Home Page

MONUMENTI AI CADUTI NEL COMUNE DI RIPE

1) MONUMENTO AI CADUTI sito a Ripe presso il Cimitero Comunale DESCRIZIONE:

Il Monumento, costruito su progetto dell'ing. Flamma di Ostra, è stato inaugurato solennemente il 1° novembre 1992.
L'opera è stata realizzata in sostituzione del preesistente "Viale o Parco delle Rimembranze" che era posto all'ingresso principale del Cimitero Comunale. Questo era stato inaugurato il 4 novembre 1926. Era formato da una serie di paletti su ognuno dei quali era fissata una targa con su riportato il nome  dei cittadini caduti e dispersi.
Il nuovo monumneto, che ricorda tutti i caduti del Comune di Ripe nelle due Guerre Mondiali, è costituito da tre lapidi marmoree poste su un basamento pure in marmo.
La lapide centrale, dietro cui è collocato il palo dell'alzabandiera, ricorda la Medaglia d'Oro al Valor Militare Giovanni Secchiaroli caduto in Africa nel 1942.
La lapide di destra riporta i nomi di 6 cittadini caduti e di 16 dispersi nella seconda Guerra Mondiale. Nella parte inferiore è riportata la motivazione della medaglia d'Oro  a Giovanni Secchiaroli.
La lapide di sinistra ricorda i nomi dei caduti nel primo conflitto mondiale: 22 caduti su terreno di battaglia, 3 dispersi, 8 morti in ospedale e 8 in campo di prigionia.

DICITURE DELLE LAPIDI:
a) lapide centrale
IL COMUNE DI RIPE, AL VALOROSO CONCITTADINO MEDAGLIA D'ORO GIOVANNI SECCHIAROLI CADUTO IN AFRICA S. A BIR HACCHEIN IL 27 MAGGIO 1942, IN OCCASIONE DEL RITORNO IN PATRIA DELLE SUE GLORIOSE SPOGLIE. RIPE OTTOBRE 1972
b) lapide di destra
L'AMMINISTRAZIONE CIVICA, LE ASSOCIAZIONI COMBATTENTISTICHE, LA COMUNITA' RIPESE A RICORDO DEI SUOI FIGLI CADUTI PER LA PATRIA NELLA GUERRA 1940-1945.
 CADUTI:
BELOGI ARTURO
CAMPOLUCCI FERMINO
GRAMACCIONI GUGLIELMO
MANCINI ALDO
PERINI GINO
ROCCHETTI EMILIO
 DISPERSI:
BALDUCCI ALDO
BEDINI SEVERINO
BERGAMI DUILIO
BERGAMI VINCENZO
BIAGETTI ALFIO
BUCCI ROBERTO
LANDI EMILIO
MARCONI CIRO
MAZZOLI GINO
MONTESI ALBERTO
MORBIDELLI GUIDO
PESARESI OTELLO
SEBASTIANELLI ALDO
SERI RODOLFO
TARANTINO AMLETO
VERNELLI GIULIO

MEDAGLIA D'ORO AL V.M. ALLA MEMORIA
GIOVANNI SECCHIAROLI
CAPORALE 132° RGT. CARRISTA
"MITRAGLIERE DI UN CARRO M/13 , GIA' DISTINTOSI IN NUMEROSI COMBATTIMENTI PER AUDACIA E SPREZZO SERENO DEL PERICOLO DURANTE UN ATTACCO A MUNITISSIMA POSIZIONE NEMICA, PURE ESSENDO FERITO ED UNICO VIVENTE A BORDO, CONTINUAVA A FAR FUOCO DAL CARRO IMMOBILIZZATO SULLE VICINISSIME POSIZIONI NEMICHE, FINCHE' UN NUOVO COLPO DI ANTICARRO LO FERIVA A MORTE.
RACCOLTO IN FIN DI VITA MENTRE ANCORA SALDAMENTE STRINGEVA LE MITRAGLIE ROVENTI, RIFIUTAVA DI ESSERE TRASPORTATO AD UN OSPEDALETTO DA CAMPO OVE, CON UN ULTIMO ANELITO DI VITA, RIUSCIVA AD ESPRIMERE AL COMANDANTE LA DIVISIONE CHE VISITAVA I FERITI LA GIOIA DI AVER DATO SE STESSO ALLA PATRIA E LA CERTEZZA INCROLLABILE DELLA VITTORIA DELLE NOSTRE ARMI.
BIR HACCHEIN (A.S.), 27 MAGGIO 1942"
RIPE, 1 NOVEMBRE 1992

c) lapide di sinistra
L'ORGANIZZAZIONE CIVILE DI RIPE ORGOGLIOSA NEL SUO NOBILE DOLORE, GLORIFICANDO LA MEMORIA DEI SUOI PRODI FIGLI EROICAMENTE CADUTI PER LA GRANDEZZA DELLA PATRIA, ADDITANDOLI AI POSTERI QUESTO RICORDO PIETOSAMENTE CONSACRA.

 MORTI IN GUERRA:
AGARBATI ATTILIO
ANGIOLETTI ALFREDO
ANGIOLETTI ALESSANDRO
ALLEGREZZA MARIANO
BASILI LUIGI
BELENCHIA AGOSTINO
CASAGRANDE ALBANO NAZZARENO
CATALANI PIETRO
CAVALLARI VINCENZO
CONIGLI FRANCESCO
FERRETTI LEOPOLDO
GIOVANNETTI PIETRO
LEONI ALESSANDRO
MENCUCCI ORFEO
MICCI DOMENICO
MONTANARI NAZZARENO
ORCIARI ALESSANDRO
ORIFICI MARCO
ROSSI NAZZARENO
STRECCIONI EMILIO
STRECCIONI ENRICO
TERENZI ANTONIO
 DISPERSI:
MAZZANTI ANTONIO
PETROLATI GIOVANNI
ROSSINI AGOSTINO
 MORTI ALL'OSPEDALE:
ALLEGREZZA UMBERTO
BARTOLUCCI PELLEGRINO
BETTINI PAOLO
MARIANI VINCENZO
MEZZANOTTE GIUSEPPE
ROSSINI GIUSEPPE
ROSSI BERLUTI ELMINO
VEDOVELLI NAZZARENO

 MORTI IN PRIGIONIA:
BASILI GIUSEPPE
CERVASI NAZZARENO
GROSSI ANTONIO
MARIANI ALESSANDRO
PACENTI NAZZARENO
PASQUINI LUIGI
TINTI POMPEO
FALCINELLI GIOVANNI
RIPE 20 SETTEMBRE
  1915-1918

 
2) CAPPELA VOTIVA presso la Piazza Leopardi a Ripe centro Presso la Piazza Leopardi di Ripe centro, ai piedi della torre campanaria del Comune, è stata realizzata al suo interno una Cappella Votiva a ricordo dei caduti del Comune di Ripe e, fatto che la caratterizza in maniera particolare, vi sono ricordati anche i caduti della Seconda Guerra Mondiale tra la popolazione civile al passaggio del fronte (nella Prima Guerra Mondiale il territorio di Ripe non è stato invece coinvolto nella Guerra).
Questa opera risulta piccola e raccolta, ma estremamente significativa.
 
3) MONUMENTO AI CADUTI sito in frazione BRUGNETTO

DESCRIZIONE:

Il monumento risale a subito dopo la Prima Guerra Mondiale. Alla sinistra dell'altare era stata posta una lapide a ricordo dei caduti. Dopo la Seconda Guerra Mondiale era stata aggiunta una lapide alla destra dell'altare.

Il monumento è stato ampiamente ristrutturato nel 1991 con:
- la ristrutturazione statica della parte muraria;
- la collocazione di 4 lapidi, in sostituzione delle precedenti poste
  lateralmente, sopra  l'altare con su riportato i nomi dei caduti
  della frazione nella Guerra del 1915-1918 (18 caduti) e nella Guerra del
  1940-1945 (10 caduti e 5 dispersi) e accanto ai nomi  sono state
  poste anche le rispettive fotografie (ad eccezione di 11 caduti della
  Prima Guerra per i quali non è stato possibile reperirle);
- collocazione, al limite del marciapiede esterno, di un palo
  alzabandiera;
- dal novembre 1994, è stato installato un dispositivo automatico che
  tutte le sere alle ore 18 suona l'Inno di Mameli.

L'inaugurazione è stata fatta il 2 novembre 1991 alla presenza delle
autorità militari nonché civili dei due Comuni di Ripe e di Senigallia
sotto le cui giurisdizioni ricade la frazione di Brugnetto.

Il 2 novembre 1992 è stata scoperta una lapide alla memoria della Medaglia d'Argento al Valor Militare Agostino Belenchia (vedi motivazione più sotto riportata), alla presenza delle autorità civili e militari e al suono della Banda Cittadina di Senigallia.

DICITURA DELLE LAPIDI:
a) lapide frontale della cappella, formata da 4 lapidi affiancate:
  (tra parentesi se è presente o meno anche la foto)

CADUTI IN GUERRA:
   1915-1918
(si) ANGELETTI ALFREDO
(no) CATALANI PIETRO
(no) FRANCESCHINI GIULIO
(no) MONTESI ROMEO
(no) MONTESI RAIMONDO
(no) MORGANTI GIUSEPPE
(no) PERINI ANTONIO)
(no) ROSINI AUGUSTO
(no) ROSSETTI CESARE
(no) VERNELLI ROMEO
(no) MANDOLINI GIUSEPPE
(no) MANDOLINI ARCHIMEDE
(si) AGARBATI ATTILIO
(si) BELENCHIA AGOSTINO
(si) GIRALDI ALESSANDRO
(si) LANDI EMILIO
(si) MORBIDELLI GIACOMO
(si) TURCHI GIOVANNI

1940-1944
(si) AGARBATI ADAMO
(si) BALDUCCI ALDO
(si) BASTIANONI GIOVANNI
(si) CAMPOLUCCI FIRMINO
(si) GRESTA OTTAVIO
(si) LANDI EMILIO
(si) MANCINI ALDO
(si) MANONI ADELELMO
(si) MAZZOLI GINO
(si) MORBIDELLI GUIDO
(si) BEDINI SEVERINO
(si) ESPOSTO BONVINI ARGEO
(si) GIRALDI MARINO
(si) GRESTA ARTEMIO
(si) SEBASTIANELLI ALDO

      b) lapide a destra:
CAP. MAGG. FANTERIA
BELENCHIA AGOSTINO
NATO A CASTELLEONE DI SUASA
IL 5-8-1882
MEDAGLIA D'ARGENTO
AL VALOR MILITARE
MOTIVAZIONE:
COMANDANTE DI UN PLOTONE
DURANTE DUE GIORNI DI ASPRA LOTTA
IN CRITICA SITUAZIONE DAVA
PROVA MIRABILE DI ENERGIA E DI CORAGGIO,
RESPINGENDO PER BEN DUE VOLTE IL NEMICO
CHE ERA VENUTO ALL'ATTACCO CON FORZE RILEVANTI.
IN COMBATTIMENTO SUCCESSIVO
VENIVA GRAVEMENTE FERITO.
CASTANEVIZZA, 6-7 OTTOBRE 1917

 
Home Page